Olio motore: cos’è e come sceglierlo

immagine-blog0510

 

Olio motore: cos’è e come sceglierlo

L’olio motore è uno dei materiali di consumo più importanti di un’auto. Oltre all’effettiva lubrificazione delle parti, svolge molte più funzioni nel motore: raffredda, protegge dalla corrosione, rimuove i prodotti di usura, ecc.

Oggi il mercato offre una gamma così ampia di oli motore che può essere abbastanza difficile scegliere l’opzione ideale, poiché ci sono troppi fattori da considerare. Ma cosa significano le misteriose lettere e numeri sul contenitore, in cui il conducente dovrebbe navigare quando acquista un olio sostitutivo? In questo articolo ti mostreremo come scegliere l’olio motore più adatto al tuo veicolo.

 

Quando cambiare l’olio motore

Molti automobilisti pensano alla scelta dell’olio motore solo nel momento in cui è il momento di cambiarlo. E questo momento il più delle volte non arriva affatto dopo 10 mila chilometri, come indicato dalla maggior parte dei produttori. Qui molto dipende dalle condizioni in cui viene utilizzata la macchina. Alcune circostanze obbligano ad effettuare il cambio dell’olio prima, ogni 8-9 mila chilometri. Questi fattori includono:

  • frequente polverosità dell’aria;
  • molto freddo;
  • sbalzi di temperatura;
  • strade dissestate;
  • utilizzo della macchina per il trasporto di carichi pesanti.

 

Come scegliere l’olio motore

  1. Seguire le raccomandazioni del produttore del veicolo
    Quando si sceglie un olio motore, assicurarsi di studiare il libretto di servizio dell’auto e tenere conto di tutte le raccomandazioni indicate. I dati richiesti vengono spesso presentati sotto forma di codice: l’approvazione del produttore dell’auto per l’olio per un particolare tipo di motore. Le caratteristiche e la qualità dell’olio sono determinate secondo classificazioni internazionali. I più importanti sono SAE, che si riferisce alla viscosità dell’olio, API, che determina il livello della sua qualità, e ACEA, che descrive la portata del lubrificante.
    Ogni tipo di miscela ha una composizione chimica specifica e un insieme di additivi. La mancata selezione dell’olio motore corretto può aumentare il consumo di carburante, ridurre la potenza del motore e persino danneggiare il motore.
    Oltre alla base, l’olio contiene molti additivi (additivi) che ne determinano le proprietà chiave, dalla viscosità al potere lubrificante.
  1. Quando si sceglie, prendere in considerazione la marca dell’olio motore precedente
    Molti appassionati di auto acquistano auto usate. In questo caso, assicurati di chiedere al precedente proprietario che tipo di olio ha usato l’ultima volta. Il fatto è che due diversi tipi di olio possono entrare in una reazione chimica indesiderata tra loro, che influirà negativamente sulla funzionalità del motore. Se non è possibile ottenere le informazioni necessarie, è imperativo lavare il motore dell’auto prima di cambiare l’olio. La miscelazione di oli di marche diverse è accettabile ma non consigliata. Se devi ancora farlo, è meglio scegliere olio dello stesso tipo e livello di qualità.
  1. Scegli solo olio motore certificato
    Sapendo quale olio è stato utilizzato l’ultima volta e tenendo conto delle raccomandazioni dei produttori, inizia a cercare la miscela più adatta alla tua auto. Inoltre, quando si sceglie un olio motore, lasciarsi guidare non solo dai consigli delle aziende che producono questi prodotti, ma dalle raccomandazioni della casa automobilistica. Cerca di essere critico nei confronti delle affermazioni dei gestori di negozi specializzati che ti esortano ad acquistare l’olio “più nuovo e migliore”. Il venditore potrebbe non barare, ma ciò non significa che il prodotto consigliato funzionerà meglio per il tuo veicolo.
  1. Non dimenticare di prestare attenzione al tipo, al grado e alla viscosità dell’olio
    Più restringi le tue scelte, più facile sarà per te scegliere un particolare marchio. Ricorda che nelle loro raccomandazioni, le case automobilistiche indicano spesso la possibilità di utilizzare più marche di olio della stessa azienda contemporaneamente.Tuttavia, questi o quei marchi hanno spesso differenze significative tra loro. Gli oli possono essere minerali, sintetici e semisintetici, hanno classi e viscosità diverse. Quando si sceglie l’ultimo parametro, considerare il seguente punto: la viscosità dell’olio ad alta temperatura dovrebbe essere maggiore se il motore dell’auto è in funzione da molto tempo e l’auto ha un elevato chilometraggio. Naturalmente, il parametro di viscosità dell’olio motore deve essere selezionato entro i limiti approvati dalla casa automobilistica.Quando si scelgono le proprietà rimanenti del prodotto, tenere conto delle caratteristiche dell’olio precedentemente utilizzato e seguire anche le istruzioni del produttore.

    Se per qualche motivo non sei ancora pronto per cambiare completamente l’olio, ma è necessario ricostituire le sue riserve, tieni presente che è consentito mescolare solo oli motore della stessa classe di viscosità e con le stesse specifiche per API / ACEA classificazioni con la stessa base. In questo caso è meglio non superare il 15% di volume di rabbocco, e dopo questa procedura si consiglia di non indugiare con una sostituzione completa dell’olio motore.

Postato il 05 ottobre

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.



Condividi